Loading...

MAURIZIO CHELI
Pilota Collaudatore

Experimental test pilot di velivoli ad alte prestazioni

Maurizio Cheli Capo Pilota Collaudatore

Eurofighter Typhoon


Nel 1997 Maurizio Cheli viene assunto da Alenia Aeronautica e ottiene l’incarico di Capo Pilota Collaudatore per velivoli da difesa. È stato responsabile dello sviluppo operativo del caccia europeo Eurofighter Typhoon.

Durante il salone aerospaziale di Le Bourget di Parigi nel 1997, una delle più grandi vetrine a livello mondiale, Maurizio Cheli prepara un Air Show spettacolare con il quale il velivolo viene presentato al pubblico. L'esibizione, studiata per mettere in luce il rapporto spinta/peso del velivolo e le capacità di manovra a bassa velocità ed in spazi ristretti, viene particolarmente apprezzata dagli addetti ai lavori.

Maurzio Cheli a Emozioni a 9G

Un volo dimostrativo dell'EFA


L'Eurofighter Typhoon è la rappresentazione concreta del genio ingegneristico allo stato puro: un concentrato di materiali di nuova generazione, di soluzioni tecniche avanzatissime e di elettronica modernissima. Per la sua costruzione sono stati messi a punto sistemi di produzione e di assemblaggio molto complessi e all'avanguardia mondiale.

In questo video di Emozioni a 9G Maurizio Cheli vi farà scoprire le sue caratteristiche e incredibili prestazioni.
Compresi immediatamente che sviluppare questo nuovo velivolo mi avrebbe fatto sentire realizzato professionalmente come pilota sperimentatore nel senso più ampio del termine.

Maurizio Cheli, Tutto in un istante

Una sfida tra Maurizio Cheli e Michael Schumacher

Eurofighter VS Ferrari


L' 11 Dicembre 2003 l'Eurofighter pilotato dall'astronauta Maurizio Cheli sconfisse la Ferrari guidata da Michael Schumacher.

Nella sfida tra l'Eurofighter e la Ferrari, il caccia europeo batté la Rossa per soli 2 centesimi. Sul tratto di 900 metri dell'aeroporto militare di Grosseto il caccia, guidato da Maurizio Cheli, impiegò 13 secondi netti, la Rossa di Schumacher 13.2. Nella prova più lunga, sui 1.200 metri, l'EFA superò in volo il traguardo dopo 14.2'', mentre la Ferrari dopo 16.7''. Schumacher vinse la prima sfida sui 600 in 9.4'' contro i 9.6'' del caccia.